Feng Shui

"Ci sono edifici muti,
edifici che parlano,
edifici che cantano".
Feng Shui, verso un'architettura olistica

Centrale, nella mia attività è il Feng Shui, un'antichissima disciplina eleborata nel corso della millenaria storia cinese, oggi in via di integrazione anche nella cultura occidentale.

 

Il Feng Shui, attraverso l'osservazione delle manifestazioni della Natura - le forme, i percorsi, gli orientamenti, il tempo - studia la reazioni istintive dell'Uomo alle sollecitazioni che provengono dal suo ambiente. Dalla comprensione di questi fenomeni derivano una serie di principi e tecniche la cui applicazione permette di armonizzare profondamente l'Uomo con il suo ambiente.

 

La finalità del Feng Shui è quella di supportare la persona nei suoi aspetti vitali fondamentali, salute, lavoro, famiglia, al fine di raggiungere il migliore equilibrio possibile nelle relazioni umane, individuare le migliori condizioni di benessere, cogliere e stimolare le occasioni produttive negli spazi e nei tempi più opportuni. 

Basandoci sugli stessi principi su cui si basa tra le altre cose anche la medicina tradizionale cinese (l'agopuntura per intenderci) o alcune discipline quali il Qi Gong o il Tai Ji, ma applicati all'ambiente, attraverso il Feng Shui è così possibile individuare i luoghi più adatti a costruire una casa o posizionare un'attività commerciale e produttiva, scegliere l'abitazione più favorevole, disporre gli ambienti e gli elementi in esso contenuti in funzione delle specifiche persone e degli usi ad essi destinati.

Più che l'applicazione di uno "stile" architettonico quindi, o il seguire una "moda" new age, fatta di regole e formule quasi magiche e valide per ogni circostanza, slegate dal contesto e dalle persone concrete, il Feng Shui è un metodo di lavoro, basato su tecniche sperimentate ed efficaci, personalizzate e legate ad ambienti specifici, dove lo scopo principale sarà sarà quello di ricreare le migliori condizioni di armonia.

Un 'architettura ecologica

Il Feng Shui potrebbe anche definirsi un'architettura biologica. Per certi versi vi sono tratti in comune con le attuali discipline che si interessano alle bio architetture, alle tecniche costruttive legate al risparmio energetico o quelle orientate più in generale al benessere ambientale.

Tuttavia, la visione proposta con il Feng Shui si pone su un livello diverso, poiché si basa su un sistema di pensiero e di visione della realtà diverso da quello occidentale e tuttavia ugualmente efficace nelle conclusioni. A differenza del pensiero occidentale, sostanzialmente razionale ed analitico che studia la realtà per "parti", il pensiero cinese è analogico e sintetico, basato sulle immagini e la loro lettura a livello emozionale più che logico. 

L'integrazione del Feng Shui con l'approccio occidentale può quindi rappresentare un importantissima occasione di comprendere le relazioni con il nostro ambiente, e da li agire nel mondo con una visione d'insieme più ricca, completa e rispettosa della Natura, ed in fondo di noi stessi.

Come valutare il vero Feng Shui

Spesso su riviste o programmi televisivi, e soprattutto navigando in rete, è facile trovare articoli, post o siti web che propongono architetture, arredamenti, oggetti, addirittura portafortuna ed amuleti "Feng Shui". 

Il Feng Shui viene presentato come quella misteriosa e magica arte che ci invita a disporre il letto con la testa a nord o a collocare fontanelle, monete esotiche o campanellini in giro per casa, per cacciare gli spiriti e le cattive energie.

Si tratta purtroppo di versioni completamente errate e prive di alcun contenuto valido, spesso ricavate da cattive traduzioni o scuole improvvisate, che poco hanno a che vedere con il Feng Shui autentico, con la sua filosofia, con i suoi principi.

Qui propongo alcuni piccoli suggerimenti per capire che cosa non è il "Feng Shui":

una superstizione o una pratica magica o esoterica;

una tecnica legata a pura suggestione;

una pratica spirituale o religiosa, una pratica new age;

un'attività da praticare solo in un contesto “cinese”;

uno stile architettonico o di arredamento;

un manuale d'istruzioni con formule standard da applicare.

 

Non si può esercitare senza uno specialista con preparazione approfondita e di lungo periodo.

Non va confuso con il decluttering, la geobiologia, l'architettura o altre discipline che tuttavia possono essere complementari.

Alcune caratteristiche di "esperti"Feng Shuida diffidare:

Si basa su regole fisse che non tengano conto del contesto esterno e delle persone a cui è rivolto.

Esegue consulenze via internet o peggio via telefono.

Interviene solo su un singolo ambiente della casa senza valutare l'insieme dell'abitazione.

Applica solo formule o tecniche.

Si basa su interventi centrati su oggetti, amuleti, o elementi privi di caratteristiche di razionalità e buon senso. 

Non spiega il “perché”degli interventi.

Si lega a riti preghiere o a cammini spirituali.

Suggerisce uno “stile feng shui” nell'arredamento.

Spinge all'acquisto di oggetti, materiali o elementi costruttivi “schermanti”.

Si presenta come pratica medica e suggerisce terapie o medicinali.

E soprattutto il Feng Shui 

Non è una pratica medica che suggerisce terapie o medicinali.

Ludovico Bisi

Architetto

Via Vincenzo Petra 300,

00126, Roma, Italia

TELEFONO

0039 340 9568724

  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

Pagina web realizzata da Ludovico Bisi

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now