I principi del Feng Shui

" Feng (Vento) e Shui (Acqua) esprimono il potere degli elementi che scorrono nell'ambiente naturale.
Questo potere viene espresso e deriva dal flusso del Chi (Energia), non solo sulla superficie, che è stata scolpita dal Vento e dell'Acqua, ma anche all'interno della Terra.
Porsi in un ambiente del Feng Shui favorevole porta Armonia, Pace e lunga Vita".
Stephen Skinner
Origine del Feng Shui

Il Feng shui è una "disciplina" che nasce e si sviluppa nel territorio dell'attuale Cina a partire dal III millennio a.C. In realtà alcuni suoi principi vanno formandosi già in epoche anteriori, con le culture sciamaniche, prima che l'Uomo si insediasse stabilmente in un concreto territorio abbandonando il nomadismo e dedicandosi all'agricoltura.

I principi alla base del Feng Shui, derivando dal contatto e dall'osservazione degli elementi naturali, sono presenti in tutte le antiche civiltà, evolvendo e differenziandosi in ciascuna di esse in funzione delle peculiarità del territorio, del clima, dei processi storici e culturali.

La necessità di nutrire con i frutti della Terra una popolazione sempre più numerosa rendeva necessario conoscere profondamente i ritmi naturali delle stagioni, individuando le energie vitali nei flussi apportatori di vita, in particolare l'acqua, cercando da li i luoghi più adatti alle coltivazioni ed agli insediamenti abitativi.

Parallelamente la struttura della società e la sua relazione con l'Aldilà, spinsero a trovare luoghi adatti alle sepolture che rendessero favorevole il rapporto con i defunti.

Da qui andarono sviluppandosi teorie e scuole di pensiero che partendo dall'osservazione empirica della Natura, potessero fornire utili strumenti per interagire con il territorio con efficacia ma in armonia.

Nello spirito della "filosofia orientale", il Feng Shui non si pone alla ricerca dei "perché" ma dei "come", proponendosi come finalità l'Armonia dell'uomo nell'ambiente, attraverso una particolare idea dell'efficacia:

"Quando vuoi fare una cosa, fai in modo che sia la Natura a farla per te".
Tempio Taoista sulla Montagna, attribuito a Dong Yuan (907 - 960 d.C.), Museo di Taipei
Principi

Feng Shui significa letteralmente, nei limiti di quanto si possa definire letterale una traduzione di ideogrammi cinesi: "Vento e Acqua". L'immagine, che si vuole trasmettere è:

"L'acqua ed il vento, esprimono il potere degli elementi, che si manifesta attraverso l'energia" (Ch'i) che scorre e modella con la sua azione le forme delle montagne e dei fiumi".

Come nella Medicina Tradizionale Cinese (MTC) si studia l'agopuntura, nel Feng Shui si studieranno le "vene" in cui scorre l'energia alla ricerca dei luoghi, detti "nido del Drago", più favorevoli per l'uomo e per la sua energia interna.

Mentre in Occidente studiamo ed indaghiamo il mondo con gli strumenti scientifici e le leggi della fisica, l'Oriente ha un approccio più esperienziale, leggendo il Cosmo come regolato in base alla dialettica di due polarità complementari Yin e Yang, la cui perenne trasformazione si manifesta attraverso i cicli dei cinque elementi, o energie, percepiti dall'uomo attraverso immagini archetipiche, Acqua, Legno, Fuoco, Terra, Metallo che si manifestano a loro volta in "Energie Celesti", "Energie Terrestri" ed "Energie Umane".

La lettura di questi elementi nelle loro reciproche relazioni ed in relazione al quadro energetico dell'uomo, permette di indagare e comprendere congiuntamente sia il macrocosmo, ciò che si trova all'esterno dell'uomo, sia il microcosmo, ciò che si trova al suo interno. Il primo ambito è studiato da discipline quali il Feng Shui e l'astronomia/astrologia, mentre il secondo, sempre in base ad i medesimi principi, è campo di interesse della Medicina Tradizionale Cinese (MTC) e delle discipline quali il Qi Gong e le varie arti marziali.

Scuole
Il percorso solare nel Solstizio d'inverno

La storia del Feng Shui è millenaria, essendosi continuamente arricchita nei secoli di molteplici approfondimenti e nuove conoscenze, strutturandosi via via in scuole con orientamenti e stili diversi.

La scuola più antica ma ancora la principale, detta Scuola della Forma, si basa da un lato sull'osservazione delle forme degli elementi naturali ed artificiali che ci circondano, (montagne, rocce, alberi, edifici circostanti), sui loro colori, sulla loro posizione, dall'altro sull'osservazione dei flussi, inizialmente quelli naturali, quindi fiumi, ruscelli, specchi d'acqua, poi anche quelli umani, strade, traffico, attività.

Questa scuola fa inoltre riferimento ai "Quattro animali", ossia l'analisi di quanto si percepisce lungo le quattro direzioni principali rispetto al punto di osservazione considerato. In analogia con la struttura del corpo umano avremo quindi: la Fenice rossa, nel fronte; la Tartaruga nera, sul retro; il Drago verde, sul lato sinistro; la Tigre bianca sul lato destro.

Architettura Umana Feng Shui
I quattro animali

Successivamente si è sviluppata la scuola legata all'osservazione delle direzioni astronomiche ed al tempo, la cosidetta "Scuola della Bussola", poiché legata all'uso di questo strumento, detto anche Lo Pan.

Una scuola molto importante, che si innesta a pieno nel cuore della filosofia cinese è quella dei "Trigrammi" che si avvale di otto simboli che descrivono gli aspetti Yin e Yang del processo di continua trasformazione della realtà. La combinazione di questi simboli in due sequenze, la Sequenza del Cielo Anteriore e la Sequenza del Cielo Posteriore ci permettono una serie di suggestive letture della realtà che possiamo utilizzare in molti livelli di analisi. Va ricordato come la combinazione dei trigrammi dia luogo agli esagrammi, su cui è imperniato il testo base della civiltà cinese, il "Libro dei Mutamenti" o I Ching.

Architettura Umana Feng Shui
Un Lo Pan T'song He
Evoluzione

Nel confronto con la modernità tuttavia in Feng Shui è parso non essere più adatto a svolgere la funzione che aveva esercitato efficacemente per così tanto tempo. Questo anche a causa di un'involuzione di questa disciplina, scaduta spesso a tecniche divinatorie al limite della superstizione. Si era infatti perso il contatto con i principi su cui si fondava poiché la pratica si era ridotta ad un uso di formule numeriche spesso complicatissime ed astruse, affidandosi  solo all'autorità dei "Maestri" che tuttavia non si ponevano in atteggiamento critico di fronte alla realtà su cui stavano lavorando.

Il Feng Shui è stato definito talvolta "geomanzia", associandola più all'astrologia e a pratiche magiche o spirituali perché usa spesso un linguaggio poetico, e si affida talvolta a numeri e formule apparentemente di difficile comprensione. Anticamente era conosciuto anche come "Ti Li " e lo si è paragonato all'agrimensura degli antichi romani, ed in effetti e non solo in questo campo, si possono individuare molte similitudini tra le civiltà cinese e quella romana.

Spesso viene intesa erroneamente in occidente come una variante orientale dell'Architettura, una sorta di stile architettonico, nel peggiore dei casi una moda. Il Feng Shui non ha niente a che vedere con aspetti "formali" o "estetici", intervenento su aspetti più affini alla psicologia, alle funzioni ed uso degli spazi e più in generale al rapporto tra l'uomo ed il suo ambiente, sia esso naturale o artificiale.

Architettura Umana Feng Shui
Un antico Maestro Feng Shui

Negli ultimi decenni si è avuta una rinascita della disciplina, recuperata ed aggiornata da nuovi "Maestri", non solo cinesi, che hanno riscoperto le verità presenti nei principi originali, e propongono ora un Feng Shui aggiornato alla nostra epoca e capace di integrarsi ed essere complementare alle altre discipline scientifiche.

Inevitabilmente questo processo ha comportato anche alcune interpretazioni superficiali e squalificanti, spesso frequenti in riviste e giornali non specializzati, che purtroppo ostacolano la piena accettazione del Feng Shui su larga scala.

In città come Hong Kong o in gran parte della Cina e del sud est asiatico tuttavia il Feng Shui è largamente utilizzato nelle più importanti attività immobiliari e più in generale economiche, non solo da singoli e privati, ma anche da grandi Corporations ed Istituzioni, a dimostrazione dell'efficacia di questa antica disciplina anche nei luoghi più avanzati della contemporaneità.

Feng Shui scientifico intuitivo
Hong Kong - Ambiente umano e ambiente naturale

Nell'ambito di questa ricerca si inserisce il "Feng Shui Scientifico Intuitivo", imperniato intorno alla scuola                                                       fondata da Stefan Vettori e nella quale mi sono formato.

In questa scuola il Feng Shui è attualizzato ed integrato alla visione scientifico razionale occidentale, centrandosi sulla ricerca dei principi alla base di questa disciplina che devono avere una logica ed una concretezza applicativa verificata"criticamente" attraverso i risultati ottenuti con i vari metodi e le varie tecniche. Queste ultime devono inoltre accompagnare e mai sostituirsi alla percezione ed ai caratteri "intuitivi" della disciplina, cioè all'osservazione dell'ambiente da parte di un esperto e qualificato consulente professionale.

Attraverso il Feng Shui scientifico intuitivo è possibile:

        - imparare a percepire i messaggi che il nostro ambiente ci trasmette (affinare i sensi);

        - comprendere come li trasformiamo in emozioni, pensieri e azioni (pensare per intuizioni ed immagini);

        - acquisire la necessaria consapevolezza del nostro rapporto con l'ambiente;

        - effettuare "efficaci" interventi "armonici" volti al benessere personale ed allo stimolo delle nostre attività.

Il Feng Shui scientifico intuitivo è perciò una disciplina olistica di orientamento e supporto alla persona nel suo rapporto con l'ambiente.

Il Taiji Tu incontra l'Uomo Vitruviano -  L'Oriente incontra l''Occidente

Ludovico Bisi

Architetto

Via Vincenzo Petra 300,

00126, Roma, Italia

TELEFONO

0039 340 9568724

  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

Pagina web realizzata da Ludovico Bisi

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now